Business Forum Europa: Focus Francia, Germania, Spagna e Svizzera

Torino, 22 aprile 2021

Data iniziativa: 22.04.2021
Mercati di interesse:
Tipologia: Incontri di approfondimento

Descrizione iniziativa

BUSINESS FORUM EUROPA:

FOCUS FRANCIA, GERMANIA, SPAGNA E SVIZZERA

TORINO, 22 APRILE 2021

9,30 - 17,00

L'Europa è stata inserita da Forbes tra le migliori aree per fare business. Nella classifica mondiale stilata nel 2019 ben 11 Paesi europei erano posizionati tra i primi 21. Tra questi troviamo Francia, Germania, Spagna e Svizzera.

Per fornire strumenti operativi  utili alle aziende per essere competitivi su questi mercati Ceipiemonte propone un “BUSINESS FORUM" dedicato a questi quattro paesi, basato su testimonianze dirette di professionisti ed esperti di settore, che illustreranno le opportunità presenti e l'operatività del business nelle singole aree. La sessione plenaria plurisettoriale del mattino sarà seguita, nel pomeriggio, da  brevi Focus Group  settoriali sui singoli paesi rivolti a piccoli gruppi suddivisi nei seguenti settori : Beni Consumo (Made In); Cleantech & Green Building: Salute & Benessere; Beni Industriali. Tutte le aziende iscritte saranno contattate da Ceipiemonte per verificare l'interesse a partecipare anche ai Focus Group pomeridiani, raccogliendo in quell'occasione le preferenze relative a Paese/i - Settore/i. 

La Francia si è confermata il secondo partner commerciale per l'Italia, dopo la Germania e rappresenta infatti uno dei principali mercati Europei di destinazione dei prodotti e servizi italiani. I rapporti economici italo-francesi presentano caratteristiche peculiari in ragione dell’elevato grado di interdipendenza delle due economie, della prossimità geografica e culturale, e di un commercio di tipo intra-industriale, in particolare nei comparti dell’automotive, dei prodotti farmaceutici, dell’agroalimentare, e dell’elettronica. Complessivamente, sono più di 1.700 le imprese italiane presenti in Francia con partecipazioni in oltre 2.500 società francesi e circa 2.000 le imprese sotto controllo francese in Italia, vale a dire circa 4 mila imprese “bi-nazionali” con oltre 100 miliardi d’investimenti reciproci. Nel primo semestre del 2020, nonostante la riduzione dell'interscambio commerciale a causa della crisi sanitaria, le esportazioni italiane verso la Francia ammontavano a 21,2 miliardi di euro, le importazioni a 14,9 miliardi di euro.

La Germania, prima economia dell’UE, vanta una posizione strategica nell’ambito commerciale intra ed extraeuropeo, grazie a un quadro politico, giuridico, economico stabile e affidabile. L’Italia è sesto paese esportatore verso la Germania, mentre quest’ultima è il nostro primo partner commerciale per l’export. I settori più promettenti sono l’agroalimentare, beni di consumo, salute e benessere,   materiali da costruzione di fascia alta e luxury,  impianti, macchinari, tessile. In tutta la nazione, si registra una forte spinta innovativa negli ambiti legati all’IT e alle tecnologie green, con un ambiente favorevole per quelle start-up che vogliano inserirsi nelle nuove opportunità di business offerte nel campo emergente delle Smart Cities, per le quali si prefigurano investimenti nei campi dell’amministrazione, della mobilità e dell’energia. 

La Svizzera, situata nel cuore dell’Europariveste un' importanza strategica per l’economia italiana quale crocevia per gli scambi con i paesi nordeuropei. Il paese elvetico si caratterizza inoltre per una storica solidità finanziaria e stabilità politica unitamente ad un forte potere d’acquisto dei cittadini. Attualmente la Svizzera rappresenta il quarto mercato al mondo per i prodotti italiani con interessanti opportunità per il settore salute e benessere, agroalimentare, l’industria dei macchinari e delle apparecchiature, oltre a quello legato alle nuove tecnologie in ambito clean tech. Di notevole importanza è la decisione del governo svizzero di abbandonare la produzione di energia tramite l’uso di centrali nucleari, aprendo quindi ad una nuova fase di sviluppo del comparto legato alla produzione di energia da fonti rinnovabili e nell’ambito dell’efficienza energetica.

La Spagna è tradizionalmente uno dei principali partner commerciali dell'Italia e il nostro Paese si colloca ai primi posti per quanto riguarda il volume delle merci scambiate. L’interscambio commerciale tra Italia e Spagna ha registrato un trend in crescita a partire dal 2014, grazie alla ripresa dell'economia locale, tant’è che l’Italia si è confermata al 3° posto tra i Paesi partner della Spagna. La posizione strategica  privilegiata verso i mercati del Bacino del Mediterraneo nonchè del Sudamerica, grazie agli accordi tra Unione Europea e Mercosur, la presenza di moderne infrastrutture di trasporto e logistica e un contesto favorevole nell'operatività del business fanno della Spagna un mercato di destinazione molto promettente per il Made in Italy.  Molti sono infatti i settori in cui sono presenti opportunità interessanti: automotive, aerospazio, macchinari e attrezzature, ICT, tessile, prodotti per l'edilizia, cosmesi e prodotti farmaceutici, abbigliamento e beni di consumo. I dati durante la pandemia che ha colpito il mondo sono in flessione ma si pensa ad una ripresa per i prossimi anni.

 

PROGRAMMA

SESSIONE PLENARIA

  • 09:30 - 09:45 Apertura della sessione plenaria 
                                                         
  • 09:45 - 10:25 Focus Francia 

          Antonella Donadio - segretario generale Camera Italiana di Marsiglia

          Annibale Fracasso di Torrepaduli - segretario generale Camera Italiana di Lione

          Testimonianza aziendale: Nicolas Cambazard, esperto settore ambiente e cleantech (in lingua inglese)

  • 10:25 - 11:05 Focus Germania 

           Isabella Pignagnolil - project manager-Camera Italiana di Monaco

           Testimonianza aziendale: Barbara Rizzato, direttrice Marketing per Alessi Germany 

  • 11:05 - 11:45 Focus Spagna 

           Giuseppe Pizzi - project manager sviluppo business - VSI consulting 

           Testimonianza aziendale: Enrico Castellani, Presidente Ermes Security

  • 11:45 - 12:25 Focus Svizzera 

           Marianna Valle - vice segretario generale Camera Italiana in Svizzera

           Testimonianza aziendale: Stefania Padoan, CEO di Padoan Swiss SA

  • 12:25 - 13:00 Dibattito e Chiusura Lavori

 SESSIONE FOCUS GROUP SETTORIALI

  •  14:00-17:00 

DESTINATARI

La partecipazione è a titolo gratuito e rientra nei Progetti Integrati di Filiera promossi da Regione Piemonte e finanziati grazie ai fondi POR-FESR 2014-2020.

Poiché finanziata nell'ambito del POR-FESR Piemonte 2014-2020, l'iniziativa è rivolta esclusivamente alle aziende piemontesi di TUTTI I SETTORI INDUSTRIALI.

MODALITA' DI PARTECIPAZIONE

La partecipazione è gratuita, previa iscrizione.

Per aderire occorre cliccare su "Partecipa" e seguire le indicazioni per l'adesione.

Le credenziali per l'accesso al webinar, tramite la piattaforma Go ToMeeting, saranno inviate il giorno precedente l'evento.

Scadenza adesioni: 20 aprile 2021

Stampa

Iscrizioni chiuse. Non è più possibile iscriversi all'iniziativa.

Informazioni utili

  • Data iniziativa: 22.04.2021
  • Orario: 09:00 - 17:00
  • Posti totali: 150
  • Posti disponibili: 50
  • Posti totali per azienda: 2
  • Data inizio iscrizioni: 18.03.2021
  • Orario inizio iscrizioni: 09:00
  • Data fine iscrizioni: 20.04.2021
  • Orario fine iscrizioni: 17:00

Per informazioni

Centro Estero per l'Internazionalizzazione

Team Sviluppo Business Mercati Esteri
Tel. 0116700626, 634, 639

E-mail: sviluppobusiness@centroestero.org 

Sei un nuovo utente?

* La Partita Iva deve essere composta da 11 cifre numeriche




Attenzione: dovrai convalidare la tua registrazione per poter richiedere il servizio. Controlla subito la tua casella di posta elettronica. In caso di problemi, contattaci.